.
Annunci online

kulturadimazza


RAPPORTO CONFIDENZIALE
rivista digitale di cultura cinematografica
NUMERO18 - ottobre 2009

gratuita, libera, indipendente
www.rapportoconfidenziale.org

 

«il talento fa quello che vuole, il genio quello che puo'. Del genio ho sempre avuto la mancanza di talento»
Carmelo Bene

kulturadimazza è

informazione sui tempi che

corrono e sul tempo che fugge

a cura di

Alessio Galbiati e Paola Catò

 

Optimized for Mozilla Firefox

 

Content on this blog is licensed under a

 

 

multimedia

 

CULTURE POP manifesto




Support CC - 2007

*   *   *

Rapporto Confidenziale
rivista digitale di cultura cinematografica
www.rapportoconfidenziale.org


12 giugno 2007


My Best Friend's Birthday di Quentin Tarantino, 1987


My Best Friend's Birthday
regia: Quentin Tarantino; sceneggiatura: Craig Hamann e Quentin Tarantino; fotografia: Roger Avary, Scott McGill, Roberto A. Quezada e Rand Vossler; montaggio: Quentin Tarantino; sonoro: Dov Schwarz; anno: 1987; durata: 34' (in originale 69').

interpreti: Craig Hamann, Quantin Tarantino, Crystal Shaw, Allen Garfield, Al Harrell, Brenda Hillhouse, Linda Kaye, Stevo Polyi, Alan Sanborn, Rich Turner e Rowland Wafford.

Il primo film firmato da Quentin Tarantino risale al 1987 e si intitola "My Best Friend's Birthday" e già dal titolo è chiara la trama. Il film può essere considerato una commedia degli equivoci, dai caratteri decisamente esilaranti. Il film è "figlio" della mitica permanenza del regista al videonoleggio lasongelino Manhattan Beach Video Archives, tutto il cast proviene da lì come pure i circa seimila dollari che servirono a finanziarlo e che il proprietario trattenne dagli stipendi. La storia produttiva è emblematica della natura underground dell'operazione: bianco e nero (pessimo) girato in 16mm e rovinato in fase di sviluppo (tant'è che dei 69 minuti originali se ne salvarono solo 34).
Il fatto che sia di difficile reperibilità non autorizza certo a dimenticarsi della sua esistenza, anche perchè nella mezz'ora sopravvissuta sono già riscontrabili parte di quelle marche autoriali che lo renderanno uno dei registi più importanti del cinema contemporaneo. Da vedere. Soprattutto da trovare...

sfoglia     maggio        luglio
 
rubriche
Diario
Link
culture pop (e viceversa)
Cinema
Musica
Politica
Media
Festival & co.
Corti

HOMEPAGE


Rapporto Confidenziale
cinemino
Digicult
cerca
me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom