.
Annunci online

kulturadimazza


RAPPORTO CONFIDENZIALE
rivista digitale di cultura cinematografica
NUMERO18 - ottobre 2009

gratuita, libera, indipendente
www.rapportoconfidenziale.org

 

«il talento fa quello che vuole, il genio quello che puo'. Del genio ho sempre avuto la mancanza di talento»
Carmelo Bene

kulturadimazza è

informazione sui tempi che

corrono e sul tempo che fugge

a cura di

Alessio Galbiati e Paola Catò

 

Optimized for Mozilla Firefox

 

Content on this blog is licensed under a

 

 

multimedia

 

CULTURE POP manifesto




Support CC - 2007

*   *   *

Rapporto Confidenziale
rivista digitale di cultura cinematografica
www.rapportoconfidenziale.org


19 maggio 2006


Cannes 2006. #02


La giuria della selezione ufficiale del Festival di Cannes 2006 è presieduta dal regista cinese Wong Kar-wai (Hong Kong Express, 2046) e composta da altri tre registi cinematografici: l'argentina Lucrecia Martel (La ciénaga, La Niña santa), il palestinese Elia Suleiman (Intervento divino) e dal francese Patrice Leconte (L'insolito caso di Mr. Hire, Confidenze troppo intime). Cinque gli attori e tutti di acclarata fama internazionale: Helena Bonham Carter (Casa Howard, Fight Club), Monica Bellucci (Malèna, Ricordati di me), Zhang Ziyi (La foresta dei pugnali volanti, La Tigre e il Dragone), Samuel L. Jackson (Fà la cosa giusta, Pulp Fiction) e Tim Roth (Le iene, La leggenda del pianista sull'oceano).

La giuria della sezione "Cinéfondation e short films" è presieduta dal regista Andreï Konchalovsky e composta da: Sandrine Bonnaire, Daniel Bruhl, Tim Burton, Souleymane Cisse e Zbigniew Preisner.

Per "Un certain regard" il presidente è Monte Hellman coaudivato da: Jean-Pierre Lavoignat, Lars-Olav Beir, Laura Winters, Marjane Satarapi e Maurizio Cabonat.

La giuria per la "Caméra d'or" vede alla presidenza i fratelli Jean-Pierre et Luc Dardenne ed è composta da: Frédéric Maire, Jean Louis Vialard, Luiz Carlos Merten, Jean-Paul Salome, Jean-Pierre Neyrac, Alain Riou e Natacha Laurent.

Per quanto riguarda la selezione ufficiale qui non si nasconde un certo amor di patria, tifo sfrenato quindi per Moretti e Sorrentino nella speranza che l'ultima fatica del regista napoletano possa essere distribuita in tempi rapidi nelle sale italiane e che i due attori tarantiniani presenti in giuria (Jackson e Roth) non si ricordino del dito medio cacciato dal regista di Pulp Fiction al pubblico durante la premiazione dell'ormai lontano 1994 che lo vedeva in ballottaggio con Caro Diario.




permalink | inviato da il 19/5/2006 alle 15:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     aprile        giugno
 
rubriche
Diario
Link
culture pop (e viceversa)
Cinema
Musica
Politica
Media
Festival & co.
Corti

HOMEPAGE


Rapporto Confidenziale
cinemino
Digicult
cerca
me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom