.
Annunci online

kulturadimazza


RAPPORTO CONFIDENZIALE
rivista digitale di cultura cinematografica
NUMERO18 - ottobre 2009

gratuita, libera, indipendente
www.rapportoconfidenziale.org

 

«il talento fa quello che vuole, il genio quello che puo'. Del genio ho sempre avuto la mancanza di talento»
Carmelo Bene

kulturadimazza è

informazione sui tempi che

corrono e sul tempo che fugge

a cura di

Alessio Galbiati e Paola Catò

 

Optimized for Mozilla Firefox

 

Content on this blog is licensed under a

 

 

multimedia

 

CULTURE POP manifesto




Support CC - 2007

*   *   *

Rapporto Confidenziale
rivista digitale di cultura cinematografica
www.rapportoconfidenziale.org


1 giugno 2007


Love Me Tender - Fratelli rivali di Robert D. Webb, 1956


citazione cinefila
Love Me Tender - Fratelli rivali
regia: Robert D. Webb; soggetto: Maurice Geraghty; sceneggiatura: Robert Buckner; musiche: Lionel Newman; fotografia: Leo Tover; montaggio: Hugh S. Fowler; paese: USA; anno: 1956; durata: 89'.
interpreti:
Elvis Presley, Debra Paget, Richard Egan.

La storia
La guerra di Secessione volge al termine e proprio nei giorni della firma dell'armistizio i tre fratelli Reno, che non conoscono l'evolversi della situazione, attaccano insieme ai propri comilitoni un convoglio ferroviario di nordisti, rubando un'importante somma di denaro. Spartito il bottino fanno ritorno a casa. Ad accoglierli troveranno la vecchia madre, il fratello minore Clint (Elvis Presley) e la bella Cathy (Debra Paget) che da poco si sono sposati. La sorpresa nel vederli è enorme perchè da tempo erano creduti morti, caduti nella sanguinosa guerra civile americana, ma soprattutto perchè Cathy all'epoca della loro partenza era fidanzata con il maggiore dei tre, il duro Vance (Richard Egan). La donna dimostra di amare ancora il redivivo ma, proprio per non creare attriti famigliari, questi deciderà di lasciare la sua terra e di trasferirsi coi fratelli in California. Ma proprio quando staranno per mettersi in viaggio la Legge giungerà a chieder conto della somma indebitamente sottratta. Da quel momento in poi una serie di colpi di scena getterà nei guai l'intera famiglia e farà scoppiare fra i due fratelli la gelosia per la donna che entrambi amano, saranno dunque fratelli rivali (questo il titolo dell'edizione italiana).

Commento
“Love Me Tender” non è solamente il titolo della più celebre canzone del leggendario Elvis Presley ma è pure il suo esordio cinematografico. Il rapporto di Elvis con il cinema non è stato dei migliori, la maggior parte dei suoi film furono puri e semplici pretesti di promozione della sua attività musicale. Ha preso parte a ben trentuno film durante la propria carriera di attore che si è concentrata essenzialmente nel periodo che va dal 1956 al 1969 ma, nonostante le sue notevoli ambizioni, non è mai stato in grado di esprimere nulla di credibile. La formula hollywoodiana di sfruttamento del fenomeno non contemplava ruoli complessi, l'utilizzo della super-star era seriale e banale: belle ragazze, luoghi esotici, scazzottate e canzoni.
“Love Me Tender – Fratelli rivali” è dunque interessante perchè risulta, nella carriera di Elvis Presley, come una rara possibilità concessagli per mettere in scena un personaggio sulla carta più complesso di quelli che troverà negli anni a venire.

La perla
Quando Elvis nei panni di Clint Reno canta “Poor Boy” su di un palco sgangherato, accompagnato da una scarna orchestrina ed abbracciato ad una chitarra di legno, ancheggiando e dimenandosi nel suo leggendario stile, le donzelle del 1865 che assistono alla performance gridano e fremono come le loro coetanee del secolo successivo.

DVD
L'edizione realizzata dalla 20th Century Fox Home Entertainment in occasione dei cinquanta anni del film fa parte della nuovissima collana “Music Edition”. Una collezione di DVD in edizione speciale realizzati per tutti quegli appassionati di cinema e musica che vogliono godersi appieno le potenzialità della propria sala cinematografica casalinga.
Perfetto l'audio e perfetta l'immagine, ma il vero pezzo forte del DVD sono i contenuti speciali, particolarmente ricchi e curati.
Oltre alla “classica” galleria fotografica, composta da oltre cinquanta scatti realizzati sul set, al commento audio del film, affidato a Jerry Schilling (amico di Elvis e vero e proprio esegeta del Re del Rock), ed al trailer cinematografico originale, gli extra possono contare su di una particolarissima attenzione alla musica ed alle canzoni presenti nella pellicola diretta da Robert D. Webb.
Attraverso il “Juke Box” è possibile rivedere le quattro sequenze musicali che vedono Elvis interpretare le canzoni intitolate “Poor Boy”, “We're Gonna Move”, “Love Me Tender” e “Let Me”. E' anche possibile la spassosa modalità karaoke dei brani “Poor Boy” e “Let Me” (del perchè non lo si sia fatto anche per la canzone che da il titolo al film è un mistero).
Ci sono poi due interessantissimi documentari che ricostruiscono, con dovizia di testimonianze e di materiale d'archivio, la storia del più leggendario cantante d'America e quella della colonna sonora del film (entrambi della durata di circa 8 minuti).

L'articolo è pubblicato su SpazioFilm.it




permalink | inviato da il 1/6/2007 alle 14:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     maggio   <<  1 | 2  >>   luglio
 
rubriche
Diario
Link
culture pop (e viceversa)
Cinema
Musica
Politica
Media
Festival & co.
Corti

HOMEPAGE


Rapporto Confidenziale
cinemino
Digicult
cerca
me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom