Blog: http://kulturadimazza.ilcannocchiale.it

Com'è triste (dire che è triste) Venezia


Venezia chi? Venezia cosa?
Cosa accade a Venezia in questi giorni? Un gran parlare, un gran vociare, poi in fondo sempre le stesse cose, gli stessi vocaboli, le stesse facce, gli stessi vestiti e passerelle. Soldi pubblici resi privati, privati dalle tasche d'uno Stato delle cose terribilmente preoccupante. Un Festival cloonato, indistinguibile nel suo tappetto rosso, nella folla accreditata sempre più screditata dalla passione d'una passione sempre più senza alcun fine, sempre più fine unicamente a sè stessa. Film di denuncia ma di che? Tematiche sociali rese mondane. La breccia del Lido, firmata da Ferretti, è un buco (sopra l'acqua) provocato da una palla (di cannone). Una palla è forse l'immagine da salvare. Una palla perchè sempre uguale. Una palla perchè la storia d'una mostra d'Arte resa mercato, mercatino, mercato delle pulci, che illude ogni volta d'essere Unica e Originale, alta e Kulturale, altro non ci appare che kulturadimazza (lo capì per primo il Regime, che per un ventennio occupò il Paese, dissumulandosi fino ai giorni nostri). Una palla posta appena sopra il livello del mare, prossima alla cancellazione dall'innalzamento globale del livello dei mari. Una palla!

Pubblicato il 31/8/2007 alle 15.41 nella rubrica Cinema.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web