Blog: http://kulturadimazza.ilcannocchiale.it

Yes, Giorgio di Franklin J. Schaffner, 1982. Pavarotti e il cinema


Yes, Giorgio

(Franklin J. Schaffner, Usa, 1983, 113')

A quanto mi risulta "Yes, Giorgio" è l'unico film interpretato da Luciano Pavarotti che con queste due righe vogliamo celebrare nei giorni della sua scomparsa. Pavarotti è stato un grande Italiano, celebre in tutto (ma proprio tutto) il mondo. Celebrazione a mezzo del ricordo d'un disastro: pessimo film, pessima la sua interpretazione. Pavarotti con questo pellicola fugò il dubbio di poter intraprendere la carriera di attore cinematografico. Forse sbagliando perchè nessun buon attore può uscire indenne da un film sciagurato, tantomeno un esordiente. Peccato perchè la sua enorme mole avrebbe potuto trovare collocazione anche all'interno del buon cinema. Nell'83 ricevette addirittura due candidature ai "Razzie Award" (gli Oscar all'incontrario) come "Peggior attore" e come "Worst New Star" (come giusto fu pure nominato, nell'adeguata categoria, lo sceneggiatore Norman Steinberg), ma ovviamente non vinse (perchè un film "sfigato" è talmente sfigato da arrivare secondo nella classifica dei film più brutti).

Dunque rendiamo omaggio scavando nella piccola bottega degli orrori d'una carriera incredibile, che ha saputo travalicare gli stretti confini del mondo della Lirica fino a giungere alle vette delle classifiche di musica pop. Pavarotti è stato (anche) kulturadimazza ("Viva Forever", ve lo ricordate con le Spice Girls).

Così "Il Morandini":
Giorgio Fini è un celebre tenore italiano in trasferta in USA. C'è una vecchia storia per cui non vuole mettere piede al Metropolitan di New York: al solo udire il nome del teatro perde la voce. Interviene beneficamente una dottoressa. Commedia romantica di totale inettitudine con la regia di un irriconoscibile Schaffner. Le esibizioni di Pavarotti non bastano a riscattare un film opaco e prolisso. No, Giorgio.


Luciano Pavarotti, "Nessun Dorma"

Pubblicato il 7/9/2007 alle 18.39 nella rubrica Cinema.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web